martedì 30 maggio 2017

Recensione "Hunger Games"

Titolo: Hunger Games
Autore: Suzanne Collins
Editore: Mondadori
Anno Pubblicazione: 2008
N° Pagine: 376
Hunger Games
Hunger Games-La ragazza di fuoco
Hunger Games- Il canto della rivolta
Trama
Quando Katniss urla "Mi offro volontaria, mi offro volontaria come tributo!" sa di aver appena firmato la sua condanna a morte. È il giorno dell'estrazione dei partecipanti agli Hunger Games, un reality show organizzato ogni anno da Capitol City con una sola regola: uccidi o muori. Ognuno dei Distretti deve sorteggiare un ragazzo e una ragazza tra i 12 e i 18 anni che verrà gettato nell'Arena a combattere fino alla morte. Ne sopravvive uno solo, il più bravo, il più forte, ma anche quello che si conquista il pubblico, gli sponsor, l'audience. Katniss appartiene al Distretto 12, quello dei minatori, quello che gli Hunger Games li ha vinti solo due volte in 73 edizioni, e sa di aver poche possibilità di farcela. Ma si è offerta al posto di sua sorella minore e farà di tutto per tornare da lei. Da quando è nata ha lottato per vivere e lo farà anche questa volta. Nella sua squadra c'è anche Peeta, un ragazzo gentile che però non ha la stoffa per farcela. Lui è determinato a mantenere integri i propri sentimenti e dichiara davanti alle telecamere di essere innamorato di Katniss. Ma negli Hunger Games non esistono gli amici, non esistono gli affetti, non c'è spazio per l'amore. Bisogna saper scegliere e, soprattutto, per vincere bisogna saper perdere, rinunciare a tutto ciò che ti rende Uomo.
Recensione
Credo di essere l'unica a non aver ancora letto i libri di Hunger Games. Per vari motivi non mi ha mai ispirato la storia. Soprattutto poiché molti anni fa, quando era appena uscito, me ne parlarono due mie amiche (una di queste con gusti alquanto discutibili) esaltandolo in maniera esagerata e non mi è mai piaciuto farmi influenzare dagli altri su cosa leggere. Quando poi, mi ero quasi decisa a iniziarlo sono usciti i film ed era diventato fin troppo famoso, ho quindi deciso di guardare i primi due film vedendomi bene da non vedermi l'ultimo per non spoilerarmi il finale. Ed ora eccomi qua, ho terminato da poco la lettura del primo libro. Che dire? Avendo visto precedentemente il film, avevo dei vaghi ricordi della storia e credo sia uno dei pochi libri trasportati in film che seguono per filo e per segno la storia. Purtroppo non sono riuscita ad immaginarmi i personaggi in maniera diversa dal film, quindi mentre leggevo avevo un avversione particolare nei confronti di Katniss (sì, non sopporto la Lawrence). Tuttavia ho adorato il personaggio di Peeta, rispetto al film in cui lo trovavo abbastanza inutile.
Comunque tirando le somme, il libro è stata una piacevole lettura, molto scorrevole nel modo di scrivere e di presentarci i personaggi. L'unica nota dolente è stato il finale completamente chiuso, essendo una trilogia, mi aspettavo una fine ad effetto che invogliasse la lettura del continuo, invece mi sono ritrovata una storia che poteva benissimo concludere così. Consigliato a chi ha visto come me per ora, soltanto i film, una storia avvincente che vi terrà attaccati alle pagine per capire chi sopravviverà tra i 22 concorrenti. Ed ora non mi resta che continuare a leggere...
"Ma il vero divertimento degli Hunger Games è guardare i tributi uccidersi l'un l'altro. Di tanto in tanto un tributo lo uccidono, giusto per ricordare ai giocatori che possono farlo. Ma per la maggior parte del tempo ci manovrano affinché ci affrontiamo faccia a faccia."

Valutazione: Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Nessun commento:

Posta un commento